Incidente stradale, ecco come comportarsi

sinistroIn caso di sinistro non causato dal contraente, è possibile accedere ad una procedura semplificata che velocizza le operazioni di risarcimento.

Se l’incidente è accaduto in Italia, non ha coinvolto più di due mezzi, ha causato danni inferiori ai 15 mila euro, e non ha procurato alle persone coinvolte un’invalidità superiore al 9%, l’assicurato può chiedere il risarcimento direttamente alla propria compagnia assicurativa, anche senza la compilazione del modulo di constatazione amichevole. Sarà poi l’assicurazione a rivalersi sulla compagnia della controparte che ha provocato il sinistro.

Ecco come procedere: dopo l’incidente bisogna comunicare alla propria assicurazione, tramite fax o raccomandata, gli estremi di chi ha provocato il sinistro, della sua compagnia assicurativa, e la targa del veicolo.

È inoltre importante allegare l’eventuale documentazione medica, ed un preventivo sulla riparazione sottoscritto dalla propria officina di fiducia, in modo che il perito che la compagnia invierà entro 8 giorni, abbia tutta la documentazione a disposizione.

Entro 2 mesi (1 se è stato compilato il CID) la compagnia effettua la sua proposta di risarcimento, ed in caso di accettazione, la liquidazione della somma avviene entro 15 giorni.

All’estero come in Italia, possiamo scegliere se rivalerci sulla nostra compagnia o su quella della controparte.

Se il sinistro invece accade in Italia con un veicolo straniero, la domanda di risarcimento va inoltrata all’UCI (Ufficio Centrale Italiano con sede a Milano) con le stesse indicazioni richieste solitamente dalla nostra compagnia assicurativa.

Da quizpatente.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *